Qui c’è chi cerca di chiudere la valigia e chi si predispone a una lunga attesa. Tra poche ore a Milano ci sarà la premiazione del Cucina Blog Award (dove siamo candidati nella categoria scrittura) e tra circa un mese saranno pronti questi agli che il Fotografo ha messo a fermentare qui a Barcellona.

L’agitazione è alle stelle da un lato e la calma è olimpica dall’altro, come quasi sempre ci succede per contrappasso di carattere e di abitudini. Così mentre io metto a soqquadro l’armadio giurando che non ho niente da mettermi, lui toglie le camicie agli spicchi di aglio e gli prepara un bagnetto dove riposeranno un mese per perdere la loro acredine e diventare buonissimi, in tutti i sensi.

La ricetta
aglio (tutto quello che volete)
acidulato di umeboshi
tè kombucha

Per prima cosa sperata gli spicchi  dal bulbo centrale e senza sbucciarli schiacciateli con il dorso di un coltello. Lasciateli così per 10 minuti (sembra che lo renda super-eroi…), quindi sbucciateli e raccoglieteli tutti in un contenitore di vetro. colmate con acidulato di umeboshi e tè komucha e dimenticatevene in frigo per un mese.

 

Write A Comment

Pin It