Ancora il gelato di carote? sembra proprio lo stesso colore. E invece no! il fotografo se le inventa tutte per soddisfare le voglie di gazpacho di maite. Questo sorbettino-aperitivo è venuto fuori da un gazpacho semplice e quasi tradizionale, ma senza pane e senza acqua e un po’ più denso del solito. Insomma la sospirata gelatiera è arrivata proprio al momento opportuno, oltre al laboratorio del gazpacho prevediamo che si apra anche un laboratorio del gelato. (in questo caso il fotografo non ha capito bene in quale dei due era rinchiuso!)

La ricetta

ingredienti
1/2 chilo di pomodori rossi e polposi e con pochi semi
1/2 cetriolo
1/4 di peperone rosso
un cipollotto fresco
un dente d’aglio
1/2 bicchire di olio
8 cucchiai di aceto
1 cucchiaio di aceto balsamico
5 prese di sale

Sbollentare i pomodori per togliere la buccia, tagliarli a pezzi e privarli totalmente dei semi. Tagliare a pezzi tutti gli ingredienti e frullare tutto insieme nel mixer. Lasciar raffreddare e macerare in frigo per un’ora, quindi inserire il liquido nella gelatiera.

il fotografo

16 Comments

  1. Che idea GENIALE!!!
    MA… una curiosità.. ciotoline e cucchiaini dove li prendete? Sono davvero belli!
    GRAZIE!

  2. ehm, grazie per il geniale… speriamo che il fotografo non si monti la testa, per quanto riguarda ciotoline e cucchiaini li prendiamo un po’ dove capita queste qui in particolare vengono (le ciotoline) da una svendita della Rinascente a Firenze (è porcellana bianca francese un po’ costosetta a prezzo intero ma a metà prezzo irresistibile) mentre i cucchiaini li ho presi alla Felrinelli (!!) sempre a Firenze dove cominciano a tenere un po’ di oggettistica varia di cucina e persino i tè du Palais des thes, ma essendo della Seletti (linea estetica quotidiana) li trovi un po’dappertutto

  3. Stupendamente geniale! ormai non so più che aggettivi attribuire alle vostre ricette, oltre a essere eccezionalmente invitanti sono davvero sempre originalissime

  4. eh, trovare gli aggettivi è davvero difficile, io mi commuovo ad ogni incontro e stamattina d’inpulso, grata, vi ho dedicato un post.
    Stay in force!
    Abbracci

  5. Questo sorbetto è da urlo! La prossima volta che Maite chiude in laboratorio il fotografo voglio assolutamente passare di lì per poter assaggiare una di queste irresistibili sperimentazioni. Foto fantastiche!
    P.s. anche se con notevole ritardo voglio mandare un abbraccio forte di buon compleanno a Marie e dirle che tra una corsa da bianconiglio e l’altra spero di vederla presto nel “covo” dei calicanti.
    Ciao

  6. Non ho parole… semplice e geniale, come tutto qui! Ma mi sembra di averlo già detto, mi sembra…

  7. @Ilaria. Grazie mille ed anche io spero di vederti presto.

    Un grazie a tutti, ci fate arrossire.
    Maite ovviamente è in treno ed il fotografo è in macchina ed io li aspetto qui a Roma. Evviva.

  8. Mmmmhhhhh … deve essere troppo buono. Assolutamente da provare. Adoro il gazpacho, adoro il sorbetto … che cosa aspetto ?? Lo provo però senza gelatiera …

  9. Grazie Elena,anche a me farebbe piacere rivederti. Appena i calicanti tornano dalle vacanze ci dobbiamo assolutamente organizzare. E chissà che non sia la volta buona che andiamo tutti al lago a trovare Sara…
    A presto

  10. @Ila: questa volta nel laboratorio segreto ho avuto la fortuna di trovarmici io….. e che fortuna!!!! questo sorbettino è semplicemente fantastico!! era una giornata calda…tanto calda.. e come per incanto dopo aver gustato questa prelibatezza mi sono ritrovata in un certo giardino di agrumi, distesa su un’amaca….
    @comida, marie, ila: vi aspetto!!!!!!! avrei proprio voglia di vedervi

  11. si il sorbetto non deve essere per forza dolce anche salato; provatelo con i cetrioli per accompagnare una bella bistecca una meraviglia!!!!

Write A Comment

Pin It