La settimana, si è capito, è quella giusta, dedicata in tutto e per tutto all’uva, con buona pace di Maite che comunque si è già rimessa in viaggio. Ma se l’uva che si raccoglie di giorno con attenzione, fatica e allegria finisce (ben pesata e recensita) nel celeberrimo ribollir dei tini, nelle pancine affamate che ci si mette? Uva! Ancora? sì, ma questa volta fragola (che l’altra non si può perdere… che si spreca) e mischiata “intimamente” con un’arista reale che il macellaio ha calcolato per dodici. Hanno cotto insieme svariate ore e alla fine l’abbinamento era così riuscito che ha vinto più di uno scetticismo, compreso quello di Maite che in fondo ha trovato che questa maniera trattava l’uva più come vino che come frutta.


La ricetta

Ingredienti
l’arista
l’uva fragola
l’olio
mezzo bicchiere di vino rosso
qualche foglia di alloro
uno spicchio di aglio
un bicchiere di vino
sale e pepe

Steccare l’arista, quindi rosolarla bene da ogni lato in una pentola dal fondo molto spesso (l’ideale sarebbe la cocotte in ghisa che pesa una tonnellata) con poco olio e due spicchio di aglio in camicia (cioè non sbucciati), salare e pepare. Unire l’uva (sgranata e ben lavata) in gran quantità (deve arrivare a circondare per metà la carne), aggiungere mezzo bicchiere di vino rosso e cuocere lentamente nel nostro caso per circa due ore (ma dipende dalla grandezza dell’arista). Una volta cotta, separare la carne dal sugo, quindi sgrassare quest’ultimo e passarlo al setaccio, far stringere un pochino e controllare il sale, quindi servire con la carne.

maite, marie e il fotografo

14 Comments

  1. Arista cotta in tanti modi,mai provato con l’uva fragola abbinamento particolare di sicuro da provare .
    Una sola cosa mi incuriosisce,ma i noccioli dell’uva?
    Non ho mai mangiato l’uva fragola l’ho sempre bevuta in verità ;-)

  2. Buongiorno Lory! sì anche io, l’uva in generale, l’ho molto più bevuta che mangiata… per i nocciolini, ma anche le buccette che nell’uva fraga sono piuttosto corposette abbiamo fatto una passata finale del sugo con il passaverdure.

  3. Ottima: amo l’arista in qualunque modo, ma l’uva fragola è una di quelle cose che in casa mia non farebbe mai in tempo a finire in pentola… me la spizzico già da dentro il sacchetto di carta del fruttivendolo, figurati farla arrivare in pentola :-D Eppure dovrei provare…
    :-)

  4. Ecco un altro modo per utilizzarla.
    I miei hanno solo questa di uva, e apparte mangiata da sola o nella schiacciata, non si sa mai come finirla!
    Ottima idea. Ci proveremo!

  5. Bellissima questa preparazione e poi mi avete fatto pensare che è molto meglio fotagrafare la carne da cruda, decisamente più invitante!
    Un abbraccio
    fra

  6. È vero, la carne da cruda è più fotogenica…ma avrei visto volentieri anche un paio di fettine, giusto per capire meglio il risultato finale. Pazienza, mi consolo. Le foto e le idee sono sempre splendide

  7. io quel vestito lo conosco :D
    l’unico modo per propinare l’uva alla sottoscritta è abbinarla alla carne.
    però marie non capisco perchè l’uva fragola non si spreca e quella da vino si? misteri dell’enologo.

  8. Una biondina impertinente mi ha detto, nel segreto del camerino di prova, che desigual per me sarebbe giovanile (sic.), ma dovrei perdere -diciamo- almeno 5 o 6 Kg. Tremenda.

    Tornando ai pezzi di carne con frutta devo dire che anche questa volta mi avete incantata. Io però non amo la uva fraga, è troppo dolce e l’odore mi si attacca alla giugulare.
    Ma la fotografia, anzi, le fotografie sono bellissime.

    Marie e il fotografo venite su, dai!

  9. Ultimamente mi son presa bene anche io con frutta e carne… è un abbinamento notevole, semplice e di grande effetto oltre che buono ovviamente! :]

  10. amo la frutta con la carne anche troppo, scorrendo le ricette che ho pubblicato mi accorgo che tendono ad essere la maggioranza e forse lo sono. e mi manca l’arista con l’uva fragola. se ne deduce che mi prendo, se permettete, la ricetta :)) grazie.

  11. Pingback: Arrosto all’uva « Stasera per cena

  12. abbiamo trasferito la vostra ricetta nella nostra pentola: il risultato è stato extra delizioso!

  13. Visto che quest anno la vendemmia nn l abbiamo fatta xche l uva fragola era poca…..allora provero di sicuro la ricetta dell arista cn l uva fragola…..poi vi faccio sapere cm e venuta…….. Ciao.

Write A Comment

Pin It