Spesso quando è periodo di vendemmia, è anche periodo di funghi… e Così il fratello di Marie e il piccolo Nicolas si svegliano con agilità la mattina alle cinque per cercare i funghi… il povero fotografo è stato buttato giù dal letto, senza bere il cappuccino al bar, prima tra i boschi alla ricerca di miceti commestibili e poi appena il tepore è arrivato diritti in vigna a raccogliere grappoli di san giovese, cabernet e canaiolo… qualcuno dubitava che potesse sopravvivere, eppure… eppure è arrivato a sera, incoraggiato dall’idea di questi funghi appena impanati di farina e fritti. Quando si dice giornate indimenticabili…

La ricetta

Ingredienti
funghi porcini
farina
olio extravergine di oliva
sale

Pulire i funghi, lavandolo il meno possibile, e tagliarli in striscioline piuttosto regolari. Passarli nella farina e quindi in una padella con olio abbondante molto ben caldo, rigirarli una volta in cottura quindi passarli nella carta assorbente per l’eccesso di unto, salare e mangiare di corsa.

maite, marie e il fotografo

18 Comments

  1. Così, fritti, non li avevo mai mangiati…
    Oggi, qui in Umbria, dove sono in trasferta, li vendono a cestini interi… Adesso mi toccherà comprarli :-D

  2. e la prossima volta mentre il fotografo sta tra le scope in cerca di porcini neri spinandosi come un riccio (ne so qualcosa di marronete toscane e soprattutto di spine) voi donne di casa potete scendere all’alimentari del paese e comprare la farina di mais, la più sottile che c’è (fioretto?) per un fritto ancora più spettacolare.
    ma dico…hanno ragione i toscani a dire che fritta è buona pure una ciabatta?

  3. Ciao ragazzi,domani si torna tra i monti e dietro casa cè un immenso bosco di castagni,proverò a cercare anche se qui devo dire ha piovuto molto poco e le temperature sono ancora alte(ieri 27°).
    Anch’io come Jajo mai mangiati semplicemente fritti,devono essere strepitosi e sai che cè?
    Una bella pucciata dentro al pesto qui sotto..Na botta de vita direi!!! ;-)))

  4. buooooniiiii… io li faccio (anzi, li facevo) come le cotolette, uovo e pangrattato, e mi piacciono da morire! purtroppo il mio quasi-marito non mangia funghi, perciò ormai non li faccio da anni, ma in questo periodo quando vado a pranzo dai miei, la mamma me li fa trovare ogni volta che può.. w i funghi fritti e w le mamme!

  5. Confermo:
    sono profumati, croccanti e morbidi insieme, saporiti e sanno di bosco.
    Evviva l’autunno, allora!

  6. saporiti e croccanti… devono essere una meraviglia. è bello andar per boschi presto la mattina (ogni tanto) :)

  7. sluurrrp… da noi si chiamavano la carne dei poveri! (anche se è molto opinabile visto che ormai dal verduraio costano come gioielli).
    deliziosi anche fatti alla griglia, dopo leggera marinatura. provate.
    io l’altra sera per pigrizia li ho fatti sotto il grill, in forno.

  8. buoni!!! anche se ho ancora un “doloroso” ricordo dei porcini toscani mangiati crudi….

  9. Magnifici davvero. Da noi a Cuneo vanno per la maggiore passati nella farina da polenta e fritti, o insieme alle foglie di salvia

  10. e certo che balzerei anch’io giù dal letto per dei funghi così, alla faccia del mio povero fegato! che belle foto!!

  11. …mai mangiati fritti???? ma dove vivete, dei veri foodies seguaci di cotanto blog non possono dire queste cose….i porcini, fritti, sono il miglior modo per assaporare appieno il profumo di bosco che rendono solo così…..

  12. oggi al passo del britello ho raccolto 5 kg di porcini
    per cena ho mangiato un bel piatto di funghi fritti

  13. Questo è il genere di cose per cui vale la pena vivere.
    Saluti dalla romagna!

Write A Comment

Pin It