La ricette si scambiano, si tramandano, si raccontano, si raccolgono in taccuini o in altri luoghi, un po’ come in un barattolo. Questa ricetta arriva da uno scambio. Novella e la zia Chiaretta, dopo aver assaggiato il nostro 500 esimo post ci hanno “regalato” il loro ciambellone che abbiamo deciso di mettere in barattolo (nel senso letterale di cuocercelo proprio dentro) per traspostarlo meglio in qualche futuro cestino da pic nic, fosse mai che perdiamo l’abitudine…

Grazie a Novella, zia Chiaretta (e Timi) per i loro racconti di scorpioni, sabbie mobili, India, castelli, amori e ricette… ma questa è un’altra storia e tutta quanta nel barattolo Weck non ci sta.

La ricetta

Ingredienti

200 gr di ricotta
2 uova
200 gr di zucchero
200 gr di farina
1 bustina di lievito
zucchero a velo

Mescolare le uova con la ricotta, unire la farina, lo zucchero e il lievito. Versare tutto in un barattolo imburrato e far cuocere a bagnomaria per 45 minuti in forno già caldo a circa a 180 gradi.

marie

27 Comments

  1. bello! bellissimo. e magari si può riempire il barattolo con un po’ di rum!?

  2. Wow… sbirciando qui trovo sempre idee fantastiche!! Davvero mi piace tanto, grazie!

  3. Bellissima proposta, ho un libro solo di ricette cotte nel vasetto, ma con questi ingredienti quanti vasetti vengono?

  4. effettivamente, Marie, ha ragione la Virgi è proprio fichissimo.

  5. @Antonella, le dosi che ho usato sono quelle della ricetta, il barattolo è alto 14cm ed ha un diametro di 11 cm.
    @virgi. evviva :)

  6. strepitoso. Voglio il ciambellone. E voglio pure il barattolo

  7. AHHHHHHHH, vi ho visti :)))))))) State sul giornale e siete proprio come vi immaginavo, cioè quasi! complimenti!!

  8. ci è arrivata notizia dalla Sicilia che siete sul giornale, vi abbiamo visti siete bellissimi, finalmente
    vi siete fatti fotografare.
    baci elena

  9. @elena, dopo consultazioni con il fotografo (l’esperto con i numeri) siamo arrivati alla conclusione che il barattolo ha la capienza di un litro.

  10. e cosa dite se invece il preparato lo suddividessimo già in barattoli monoporzione?
    i tempi di cottura come sarebbero?
    grazie a chi mi risponde e magari ha già avuto la stessa idea.

    io li immagino in monoporzione,serviti con ottima crema pasticcera a parte che chi vuole aggiunge al momento….cosa dite?

  11. @giovanna, assolutamente si, anche noi li volevamo fare in monoporzioni, per la cottura penso che si deve fare delle prove… facci sapere. grazie

  12. Pingback: solitudine (?), ma forse no… + foto food « qb

Write A Comment

Pin It