Per la serie esperimenti con la ricotta-cotta, di cui avevamo minacciato un uso “improprio” e continuato, questa volta abbiamo infornato le ricottine mescolate alle fragole frullate, poco zucchero (velato), il tutto decorato con il sambuco che rischia anche lui di essere un leit-motif di queste settimane. Certo è un po’ la scoperta dell’acqua calda ma (come quella) ha un sacco di vantaggi: 1. è fresca e dietetica 2. è facilissima 3. fa giocare con le formine 4. ha un bel colore 5. ci si possono infilare i gambi dei fiorellini di sambuco come in un portaspilli 5. la può mangiare pure Ilaria che non tollera il glutine … vi pare poco?

La ricetta

Ingredienti
200 g di ricotta
6 fragoloni (+ o -)
2 cucchiai rasi di zucchero a velo
Frullare le fragole (se si vuole una versione meno rustica passare a setaccio), unire lo zucchero a velo, quindi amalgamare bene alla ricotta (meglio se setacciata). Stendere la carta da forno su una griglietta quindi appoggiare le forme e versarci la ricottina alle fragole premendo bene, fare dei buchini sulla carta (in modo da far scolare il liquido) e infornare in forno già caldo a 150 gradi per circ 20 minuti. Lasciar raffreddare, togliere dlle forme e decorare.

maite

23 Comments

  1. una ricetta così ben espressa agli occhi e al palato non può che essere preludio di una magnifica giornata!

  2. ‘E l’una di notte, ho tutte le finestre aperte, ma fuori c’è il silenzio totale, ogni tanto si sente solo un vento leggero. Notte stupenda, mi manca solo una delle vostre ricottine alle fragole per poter dire di aver finalmente trovato la felicità:))

  3. Mademoiselle Manuchka Reply

    concordo con quanto detto sopra
    primaverilissime..

  4. Già la foto mi aveva convinta, ma leggendo poi il 1° vantaggio ho deciso che oggi vado a comprare la ricotta – le fragole le ho comprate ieri dal contadino.
    Maite, ma mi spieghi come riesci sempre a creare un capolavoro con massimo 3 ingredienti?

  5. Meravigliose. Mi piacciono ancora ingabbiate negli anelli.

    La discussione che avete avuto circa il 23 o il 24 è relativa all’ammontare degli anni che compio vero? Eh.

    In settimana facciamo piani per il mercato, volentieri.

  6. ilfotografo Reply

    si, mi pare che fosse: 23 o 24 o 24/23 o 24+23 o 23×24 o 24²³. Auguri!
    ci sono anch’io per il mercato. baci

  7. Mi avete battuto sul tempo è l’esperimento che volevo provare con la ricotta cotta! Però ora che l’ho vista da voi e sembra davvero gustusa devo proprio farla! Un bacione
    fra

  8. Grazie Maite,questa deliziosa tortina è stata una dolce coccola che mi ha fatto tornare bambina.
    Buona giornata

  9. capolavoro per occhi e anche per il mio pancino, non tollerando neanche io il glutine.
    grazie, e viva il sambuco nel portaspilli

  10. romanticissima… la vostra ricotta cotta mi fa impazzire! Sperimentate sperimentate… E coi fiori d’acacia niente?

  11. Questa ricetta è incantevole e la foto molto sontuosa! Avete sempre dei bei suggerimenti da darci :-) P.S. L’alzatina è di IVV?

  12. benedettapiroetta Reply

    bellissimissimissime:)
    solo non ho tanto capito dove andrebbero fatti i buchi sulla carta da forno..

  13. allora, intanto grazie a tutti dei complimenti non so bene perché ma sono convinta che facciano bene al mio collo ancora bloccato (PS per Alex: ci dormo sopra il cuscinetto di noccioli ma è troppo piccolo mi pare di dover essere un fachiro-mummia)…
    @Dada: ehm, in effetti no, non è di IVV, è una delle alzatine di un’insana “collezione” (è tremendo ma non so resistere anche se lo so che collezionare è un po’ da psicopatici), e quel che è peggio non mi ricordo nemmeno la provenienza… aiuto! che sia ora di smettere?
    @benedettapiroetta: i buchetti sono una tattica fatta in casa per facilitare la disidratazione della ricotta, vanno fatti vicino alla formina in modo che l’acqua se ne vada via più facilmente..

  14. la ricotta è un ottimo ingrediente per i dolci, questa ricetta è di uan semplicità inaudita ma magnifica, bravi

  15. mi unisco al plauso; ricotta da sposa.

    anche salati, codesti sformatini, con cappelli di vario tipo (fiori, bottarga, uova di salmone, foglie) e a volte i piedi in una crema di verdura sono una consolazione.

  16. Un anno fa! Non vi conoscevo ancora e chissà quante magnificenze mi sono persa. Molti sul web fanno belle foto, ricette magnifiche and so on. Non ho (ancora?) incontrato nessuno che sappia coniugare semplicità estrema ed estrema ricercatezza come voi.
    E parlo sia dell’estetica che della cucina.
    Inarrivabili.

  17. @daniela: grazie. Ci piace l’idea che ci trovi semplici e ricercati, è un ossimoro un po’ speciale, grazie davvero.

  18. Mi piace l’interpretazione moda che l’orto di michelle fa delle vostre ricette. Complimenti a voi per le bellissime foto.

Write A Comment

Pin It