Gazpacho di lattuga e cilantro (coriandolo)

(guarda anche il gazpacho n°1 e n°2)

Questo gazpacho verde è quasi un grande insalatone, ben condito e frullato. Il cilantro poi, nell’insalata ci stà benissimo. Non è facile da trovare, si usa tanto nella cucina asiatica e sudamericana ma è simile al prezzemolo anche perché, in vaso sulla terrazza o sul davanzale cresce benissimo.

ingredienti per 1,5 l

300 g di lattuga romana
200 g di lattuga riccia rossa
50 g di cipollotto fresco
40 g di cilantro (coriandolo)
6 fette di pane in cassetta
1 dente d’aglio fresco
15-20 cl di olio d’oliva extravergine
7 cl di aceto di vino bianco di ottima qualità
5 cl di aceto balsamico
5 dl di acqua
sale e pepe

La lattuga va sbollentata per pochissimi secondi e poi passata subito in acqua fredda. La introduciamo nel frullatore insieme alle foglie di cilantro, la cipolla tagliata in due, l’aglio, il pane leggermente tostato (non deve arrivare a dorarsi). Bagnamo il tutto con l’aceto e la metà dell’olio e lasciamo macerare in frigo per un’ora.
Frulliamo tutto accuratamente aggiungendo il resto dell’olio, l’acqua, il sale e il pepe.
Si serve molto freddo con una foglietta di cilantro, pane in cassetta tostato e pomodori tutto tagliato a dadini, a parte, da aggiungere a piacere.

le dosi sono rielaborate a partire dal bel libro Gazpacho di Alberto Herraiz.

il fotografo

 

 

 

5 Comments

  1. Spettacolare! Da provare assolutamente. Ho una piantina di coriandolo che sta invadendo il balcone! Proverò sicuramente.
    Ciao

  2. Allora lo compro! L’altro giorno passeggiando nel mio negozio di piante e fiori preferito, ho intravisto un vasetto di coriandolo e non sapendo che farne l’ho lasciato li..bene, appena posso vado a vedere se quel vasetto è rimasto li ad aspettarmi!

  3. Assolutamente sì Sere, vale la pena di averne scorte sempre disponibili!
    ma attenzione (anche per Alex) mi sa che dà assuefazione: il fotografo ne è maniaco, lo mette ovunque…
    maite

  4. Pingback: gazpacho n° 5 | la cucina di calycanthus

  5. Pingback: Agosto: questione di pelle | Il Pasto Nudo

Write A Comment

Pin It