Tutti i barometri d’italia segnano bassa pressione, nubifragio e temporale. I calicanti, sempre in viaggio, si beccano gocce milanesi, fulmini romani, temporali toscani e nebbie piemontesi… eppure fanno gelati! un po’ per non perdere la poca abbronzatura, un po’ per scongiuro. È comunque un gelato quasi autunnale: mela (cotta), frutta secca, armagnac, spezie. Un gelato che più è freddo più riscalda!

L’idea la dobbiamo a una gelateria romana che abbiamo molto frequentato, la gelateria dei Gracchi (a via dei Gracchi, ovviamente, al numero 272) che fedele a una stagionalità assoluta, fa il gelato di fragole quando ci sono le fragole e gelato di mele (cotte o crude) quando ci sono mele (cioè in effetti quasi sempre..). Mele (cotte) e cannella era il gusto preferito da Maite, inevitabile quindi provare a replicarlo, anche se qualche chilometro più a nord con le mele della signora Fausta, la gelatiera ancora nuova nuova arrivata per il compleanno e un rinforzo di armagnac per sconfiggere la pioggia.

La ricetta

ingrenti
1 kg circa di mele
100 g di panna
2 cucchiai di zucchero
1/2 bicchiere di armagnac
1 cucchiaino di cannella in polvere
uvetta e pinoli a piacere
Sbucciare le mele, togliere il torsolo e tagliare in pezzetti medi, nel frattempo ammollare l’uvetta nell’armagnac. Mettere le mele in un tegame, aggiungere lo zucchero e la cannella e lasciar cuocere a fuoco basso (se fosse necessario aggiungere un po’ di acqua); quando le mele cominceranno a essere trasparenti e molli aggiungere l’armagnac (scolato dall’uvetta) e alzare la fiamma per far evaporare, cuocere ancora per una decina di minuti quindi spegnere e frullare. Aggiungere al passato l’uvetta e i pinoli e quando è freddo la panna, quindi versare tutto nella gelatiera.

maite

12 Comments

  1. mi vien voglia di provare, anche per me mele e cannella sono il dessert per le fredde sere d’inverno, apena sbollentate con un pugno di uvetta! devono essere deliziose in versione gelto, come sempre le vostre ricette e suggerimenti sono geniali!

  2. Sarò strana ma a me il gelato piace di più in inverno, perciò ben venga questa cremosa delizia
    Un bacione
    fra

  3. Alla faccia del nubrifagio. Seducente questo gelato settembrino presentato (come sempre) in modo originale

  4. fa venire voglia di assaggiarlo anche a me che coi primi freddi abbandono subito i gelati. Complimenti come al solito!

  5. mi ricorda tanto un gelato allo strudel mangiato in una certa “casetta ecologica”…..

  6. Sperimenterò con il mio amico gelataio.

    Intanto vi chiedo lumi su un buon Armagnac e su dove recuperarlo. Grazie mille.

  7. Lunelli? se no te lo prendo in quella nota drogheria che tanto ami…

  8. Meravigliosa continuazione d’estate.
    Oggi aria frizzantina ma sole luminoso a Berlino, questo gelato ci sta tutto.
    Baci,
    m.

  9. Pingback: Dolci – Gelato di crema e cannella | IlTuoWeb.Net News

Write A Comment

Pin It