Ci sono ricette, immagini, idee che si imprimono nella testa e non se ne vanno più. Così, da quando per un compleanno di qualche anno fa, il libro di José Maréchal sulle verrines (o bicchierini che dir si voglia) ha cominciato a circolare per la cucina e a viaggiare al seguito lungo la linea ferrata, questa storia di fare il croque monsieur dentro al barattolo è diventato una specie di tormentone, quasi quanto la torta nella latta di Donna Hay che ancora non siamo riuscite a provare.
Ma è certo, ognuno cova le sue nostalgie (e a volte le anticipa pure…)! così nel rientro romano di Marie ci stava bene almeno il pensiero che qualcosa di parigino si potesse chiudere in barattolo, avvolgere in un tovagliolo bianco e rosso e portare con sè, tenendolo al caldo e a portata di cucchiaino. Non sarà tutta Parigi, ma almeno è un pezzettino!

La ricetta è classicissima a parte l’aggiunta di qualche anellino di porro

Ingredienti
2 fette di pan carré per ogni barattolo
2 fette di prosciutto cotto per ogni barattolo
2 cucchiai di besciamella per ogni barattolo
1 cucchiaio di gruviera grattugiato per ogni barattolo
facoltativo anellini di porro crudi tagliati fini

Preparare la besciamella aromatizzandola con un po’ di noce moscata e tenerla da parte. Ritagliare dei dischi di pane della misura dei barattoli e tostarli leggermente nel forno. Deporne uno sul fondo del barattolo, quindi versare un cucchiaio di besciamella e deporre un disco di prosciutto, un secondo strato di besciamella e ancora un disco di prosciutto, finire con il secondo disco di pane in cassetta e cospargere tutto con il gruviera grattugiato. Passare in forno una decina di minuti e mangiare caldo.

maite

12 Comments

  1. Un bicchierino molto invitante!!
    complimenti, mi ci cimentero’…
    un abbraccio e buona giornata!

  2. Lo sorso anno ci ho provato anch’io… ammaliata dalla foto… ma non mi è venuto bello come il vostro…
    Buona giornata V

  3. super

    e mi piace tantissimo il quaderno che spunta da lì sotto

    ma posso chiedere a quanto metti il forno? e quanto resistono questi ambaradan?

  4. Merci au photographe, à Marie et à Maite pour ce site magnifique.
    Merci encore pour l’article sur les Crocs !
    Quand vous serez à nouveaux parisiens on vous emmènera goûter un bon couscous à Belleville.

    Laure

Write A Comment

Pin It