Tempo di valigie! domani si parte, a ranghi quasi completi (ma Marie avr

16 Comments

  1. eh no eh? non si fa così.
    non ad una gravida a termine con l’insonnia. :)
    marie rimane?

  2. è un averdione di cake molto simpatico decisamente dal sapore di montagna :-)), beati voi palermo

  3. toc toc… e io sola, soletta senza di loro, vado ad Atina… gloupi

  4. splendido furoshiki e il contenuto teneramente pure, che voglia di casa. un pic nic di casa :D
    ciao care, cari
    nina

  5. @Stefania: siamo praticamente sopra Ballarò e con le ore contate ma magari ce la facciamo a incrociarci… a proposito ci consigli dove mangiare nella zona?

  6. mhm, buono il cake ma io mi sono innamorata del furoshiki! mi pare che il contenuto raddoppi di bontà lì dentro:-)

  7. Maite, mi sono scordata di farti vedere u due nuovi nodi da furoshiki che Tomoko mi ha insegnato. Sono i migliori due, devo mostrarteli.

    Ho provato a fare il cake zucca e olive all’aceto balsamico ed è piaciuto moltissimo a noi e tutti gli ospiti di questa sera.
    Buon proseguimento in quel di Palermo. A Ballarò c’è stato il vento?

  8. Ciao, vi seguo da tempo in forma silenziosa e sono di Palermo. Il vostro pdf sulle zuppe sta riscaldando il primo inverno nella casa nuova. Per pranzo potete provare al Divino rosso, via salita s.antonio, ultima traversa a sinistra di corso Vittorio Emanuele prima dell’incrocio con via Roma. Per un caffè o un dolce andate invece da Cappello in via Colonna Rotta vicino Piazza Indipendenza.

  9. ilfotografo Reply

    @Lucia, mannaggia!, siamo appena ripartiti, ti scrivo da catania! peccato per il divino rosso che sembra proprio interessante, comunque abbiamo mangiato pesce ad un tavolino sulla strada vicino alla marina: squisito!
    @Elena, avoglia, abbiamo ballato un po’ anche noi, ci siamo asciugati solo oggi!

  10. ciao,scusa ma..sarò tonta io,ma non riesco proprio a capire dove sia la ricetta!ho provato a vedere anche per altre,ma non funziona.. :( grazie!

    • ciao irene, non sei tu che sei tonta è il server che è un po’ “affamato”: nell’ultimo trasloco quando abbiamo cambiato vestito al blog ne ha inghiottiti un po’ e sbocconcellati altri. Li sistemiamo man mano ma non è sempre un lavoro facile. Vedo se riesco a risistemare.

Write A Comment

Pin It