Quando qualche mese fa si era trattato di ritrarre la passione di elena-comida per il caffè, la ricetta che istintivamente le avevamo dedicato era un gioco di sostituzioni (e di parole) che prevedeva di mettere il caffè al posto del latte in una crème caramel (o latte portoghese) che Zenone Benini (a cui ci eravamo ispirati) chiamava caffè/latte in forchetta. Con la passione di laura, giochiamo un po’ sullo stesso principio lasciando il latte al suo posto ma mettendoci in infusone gocce di liquirizia dura e ancora qualche traccia sul fondo della tazza imprigionata nel caramello. L’effetto/liquirizia così va accentuandosi man mano che si affonda con il cucchiaino, ma la semplicità di esecuzione resta la stessa.

La ricetta

Ingredienti
1/2 litro di latte
150 g di zucchero
3 uova + 3 tuorli
6-7 pezzetti di liquirizia dura (amara)

Scaldare il latte e farci sciogliere le liquirizie, quindi lasciar raffreddare. Sbattere le uova e i tuorli con lo zucchero quindi unire il latte e mescolare senza formare schiuma. Sul fondo di ciotoline o tazze adatte al bagnomaria mettere un cucchiaio di caramello e una liquirizia, versare sopra la crema e cuocere a bagnomaria per 30-40 minuti.

maite

8 Comments

  1. oggi, per la prima volta, non mi sento invitata dal prodotto della fantasia calycanta…. ma è un problema mio, con la liquirizia proprio non ce la faccio!
    Mi dispiace :(

  2. mmmmm che bontà… il creme caramel è buonissimo, ma essendo di Torino un po’ troppo usato, in questa variante sembra delizioso!!!

  3. Buonaaa….mi piace così tanto la liquirizia… bella la preparazione col fondo a sorpresa! :)

  4. Uh mamma che buona questa!! Io stravedo per la liquirizia, qualche giorno fa ho fatto una mousse alla liquirizia dopo averne mangiata una stratosferica in un ristorante, ma anche la vostra versione crème caramel mi attizza almeno altrettanto!

    Bella e buona!:)

  5. Ho liquirizia calabrese dura e in polvere di cui ho fatto scorta per un risotto di qualche settimana fa… domani mi sa che mi cimento con questa versione! A proposito complimenti per le ultime creazioni, è da un po’ che non passavo e mi hanno incantato tutte:-)

  6. @Miralda: grazie, sei molto carina a dire incantata anche davanti al pollo della Transilvania che fa un po’ paura…

    poi qui si scopre che l liquirizia o la si adora o la si detesta, niente mezze misure vero sarocchia? e dire che nemmeno ci sei caduta nel pentolone da piccola come si potrebbe forse dire delle ostriche…

Write A Comment

Pin It