Cosa fare di un rimasuglio di prosecco nel frigo in una giornata fredda e piovosa? Ci sono giorni in cui si avrebbe voglia di qualche cosa di dolce, ma il frigo e la dispensa non hanno molto da offrire. Magari è pure domenica pomeriggio, o è troppo tardi, o l’indolenza è troppa per uscire fuori a comprare delle uova. Ecco questa ricetta ce l’ha regalata la nostra amica Raffaella ed è da considerarsi a tutti gli effetti un salvagente! Mica solo perché le ciambelline sono tonde come quelle per galleggiare al mare, ma perché riescono sempre (e con il buco!) e con molto poco, che il vino sia bianco, rosso o pure prosecco, insomma quel che c’è e quanto ce n’è…

la ricetta

ingredienti
1 bicchiere di zucchero
1 bicchiere di prosecco (oppure vino)
1 bicchiere d’olio d’oliva
farina quanto basta
Mescolare lo zucchero con l’olio d’oliva ed il vino o prosecco ed un pizzico di sale.
A questo punto aggiungere la farina, quanta ne prende l’impasto. Formare delle ciambelline e far cuocere a forno caldo per una decina di minuti.

marie

17 Comments

  1. ciao! :)
    queste le vorrei proprio provare maaa… non capisco come funziona l’impasto..
    1 bicchiere di zucchero
    1 bicchiere di prosecco (o vino)

    … e un altro bicchiere di zucchero??

    e poi farina quanto basta.

    Dopo avermi delucidato per il 2° bicchiere di zucchero, mi dici se questo impasto devo normalmente farlo, fare dei cordoncini e legarli? E a che temperatura è preferibile cuocerli in forno? :)
    grazie!

  2. Marieee c’è un refuso negli ingredienti, manca l’olio.
    f.to il tuo salvagente preferito

    e anche una dritta, formare le ciambelle al vino e spolverarle di zucchero semolato prima di infornarle.

  3. quindi un bicchiere di zucchero è in realtà un bicchiere d’olio?

  4. Davvero un’ottima idea! Le bottiglie di vino mezze vuote che girano per il frigo mi fanno sempre impazzire e queste ciambelline sono ideali per utilizzarlo in modo goloso ;) Mi segno la ricetta, credo che la proverò al più presto
    Baci e buon week-end
    fra

  5. ma con la birra che ho in frigo, che potrebbe venire fuori? un ‘troiaio’, eh?

  6. no,no, @GAia… non dire così che mi si accendono spie di possibili variazioni impossibili, tipo: e se le facessimo salate ma sempre così minimal? nei viaggi in treno del we medito e appena faccio base alla base mi ci tuffo.

  7. Questo è l’unico modo per me per farmi un bicchiere di prosecco!
    Quanto vi adoro quando vedo le vostre ricette con al massimo 5 ingredienti.

    Un bacio dal gelo

  8. fatte con avanzi di spumante dolce che nessuno vuole mai bere, mettendo un po’ meno di zucchero… non male…ognuno le fa con quello che ha…

  9. Attenzione, non vengono uguali con qualunque vino: il prosecco con le sue bollicine rende l’impasto ben alveolato! ;-)

  10. luca non sono d’accordo.
    vedi, la ricetta proviene dai castelli romani si fa con il vino (che ai castelli non è frizzante) rosso o bianco, non importa ma non sono le bollicine a determinare la riuscita del biscotto.
    d’altra parte è un dolce povero e antico da massaia e le massaie non si facevano gran problemi sulla scelta degli ingredienti.
    vero è che con il prosecco saranno sicuramente migliori ma quella è tutt’altra storia.

  11. Pingback: Notizie dai blog su Ci sono. Con le ciambelline al vino.

  12. Pingback: i migliori blog di cucina » Blog Archive » Ci sono. Con le ciambelline al vino.

Write A Comment

Pin It