Roberto è un lupo di mare, un po’ più di mare e un po’ meno lupo, grande pescatore e conoscitore sopraffino di onde, acque, fondali, esche, porti, pesci e pescherie. Michela è una maestra unica! (in senso qualitativo e non gelminiano) che sposta volentieri la sua cattedra in cucina. Quando il fotografo è in cattive acque approda da loro per un pasto marino sempre prelibato.
Stavolta era quasi uno spuntino, un piquenique in cucina, rapidissimo, dopo il mare (anzi il fiume, anzi la foce del fiume nel mare) partendo da un tonno d’eccezione, 80 chili, dice con orgoglio Salvatore… Ma questa è un’altra storia che vale la pena di essere raccontata…

Dunque mentre Roberto lavora al coltello, Michela afferra una manciata di sesamo. C’è solo il tempo di aprire il vino.

la Tartare di tonno di Roberto

Ingredienti
200 g di tonno freschissimo
olio extravergine di oliva (gusto delicato)
sale
pepe
succo di limone
worcestershire sauce
cipolla rossa tritata
prezzemolo tritato

Battere il tonno crudo con un coltello ben affilato fino a ridurlo in dadini irregolari assai minuti. Aggiungere la cipolla tritata, il sale, il succo di limone e la worcestershire sauce. Lasciar mecerare in frigo per una mezz’ora, aggiungere gli altri condimenti mescolando bene (con le mani) e servire freddo. La quantità degli ingredienti è a piacere. Roberto ha usato mezza cipolla rossa, il succo di mezzo limone e 5 cucchiaini di worcestershire sauce per 400 g di tonno.

la Tagliata di tonno al sesamo di Michela

Ingredienti
250 g di tonno freschissimo
un pugno di semi di sesamo

Bagnare e ricoprire con i semi di sesamo un filetto di tonno piuttosto alto. Passarlo sulla piastra molto calda pochi minuti sui due lati in modo che il sesamo si tosti e il filetto si cuoccia bene all’esterno ma rimanga crudo all’interno. Tagliare il filetto in striscioline senza separarle per mostrare il rosso dell’interno.

il fotografo

14 Comments

  1. la tagliata di tonno con il sesamo l’ho mangiata di recente ed è una cosa meravigliosa. bello il tonno da 80 kg, che soddisfazione dev’essere pescarlo!

  2. adoro la tartare di tonno, peccato che qui quello più fresco che si trova è in scatola….

  3. bello! però io non ho capito se quello in foto è Roberto quello che cucina o Salvatore quello che dice il peso (il pescivendolo?)

  4. ilfotografo Reply

    @marta, “quello che dice il peso”: il pescivendolo

  5. michela la maestra UNICA vi consiglia una volta tagliato il tonno di condirlo un pò, con olio e limone o se preferite con olio e aceto balsamico, questo sceglietelo voi!!!
    P.S. roberto è solo lupo…giusto fotografo?

  6. il tonno non l’ho preso io, ma giuro che ci provo sempre….! a presto con altre ricettine facili e sane.
    Roberto

  7. ammetti di avere soggezione di fronte a cotanto corpo di pesce. In altra vita ero sirena mi pare ovvio,
    baci a presto
    nina

  8. Pingback: le recensioni di calycanthus. la pescheria di salvatore nitto a fiumicino | la cucina di calycanthus

  9. meravigliose ricette!siete di grande spunto visto che si avvicina una serata molto impegnativa!!!!!

Write A Comment

Pin It