clicca sull’immagine per ingrandirla

Salone del gusto finito, tutto dovrebbe tornare alla normalità! e invece…
Maite è bloccata, con la caviglia storta, in località non precisata (ma piatta e piovosa) aspettando che qualcuno (una ruspa, una gru, un mulo o per lo meno una coppia di buoi) tolgano dai binari alcuni tronchi d’albero che la furia della tempesta ha divelto: se qualcuno passa nella provincia di bergamo porti per favore una bottiglietta d’acqua su quel treno fermo da 240 minuti (così annunciano, chissà perché non quattordicimilaquattrocento secondi). Marie è dispersa sulla via del ritorno (anche lei vuole provare una parte mitologica dopo che ha letto che il fotografo si sentiva molto Penelope tessitrice).
Il fotografo che aspettava ansioso foto, resoconti e prelibatezze* è ridotto allo stremo, frigo vuoto e riserve esaurite deve ricorrere al famoso brodo liofilizzato per avere una tazza di liquido caldo.
Perfino il vestito nuovo, con tanta sollecitudine annunciato, è da rimettere in lavatrice insieme al database, che essendo di taglia XL non vuole entrare nel nuovo server.

In tutto questo il fotografo si diletta, fa esperimenti tutti suoi con la macchina fotografica e la “natura morta”, e visto che solo l’acqua gli rimane…

note: *foto e resoconti torinesi sono per domani. Le prelibatezze… spero finiscano nel piatto (nel mio) senza passare per l’obiettivo.

il fotografo

16 Comments

  1. Buona degustazione allora (e spero tutto si risolva per il meglio anche senza il mulo).
    Belli quest’esperimenti con l’acqua, da fare anche con l’aria ;-)

  2. che dire..evidentemente il digiuno ispira il fotografo:surreale e minimalista!
    spero che maite arrivi a casa sana e salva, trenitalia permettendo ,e che marie riesca a consegnare le prelibatezze a destinazione; attendiamo buone nuove!!
    P.S sono preoccupata per il vestito nuovo del blog,non complicate la consultazione

  3. Eh, come ti capisco, far entrare una taglia XL in una Small è dura :-) Son certa che ne verrà fuori un capolavoro. Io intanto aspetto e bevo acqua insieme a te.

  4. caro fotografo che ci vuole a fare un fischio?
    se comunque gli esperimenti acquosi ti riescono bene come questo e ti senti tanto leonardo da vinci in piena fase empirica, rimani pure ammollo.
    :))

  5. Oddio, poverina, e io che l’avevo vista raggiante a far colazione non sapeva cosa le stava capitando sul treno…già era senza voce!Spero che l’emergenza rientri presto perchè non vedo l’ora di vedere il resoconto.un bacione ragazze!

  6. Aspettiamo che tutto vada a posto e consoliamoci con l’acqua che in questi giorni è scesa dal cielo a catinelle …

  7. l’imbuto! l’imbuto di alluminio smaltato!
    quanto mi piacete! quanto siete ricercati!

  8. Posso dire che per quanto e’ stato un piacere conoscere Maite e Marie e’ stato un dispiacere non conoscere il simpaticissimo fotografo?
    Emidio – Pasta Garofalo

  9. e io che mi lamentavo per le due ore notturne trascorse alla stazione di Bologna in attesa della conicidenza…Povera Maite…Spero che tutto ormai si sia sistemato.
    Aspetto con ansia il vostro resoconto.
    Un grosso abbraccio
    saretta

  10. Oh cielo! Spero si risolva tutto presto e Maite arrivi presto a destinazione sana e salva! E porti generi di conforto al povero fotografo!

Write A Comment

Pin It