Ieri sera era martedì grasso. E noi in una cena un tantino delirante -in costume- ci siamo concessi quasi ogni cosa: ciauscolo, gorzgonzola, certe salsette e poi soprattutto cotognata, frappe, castagnole e un dolcetto gelato ai marron glacé. Del resto al desco c’erano Garibaldi, Anita e certi garibaldini fazzolettati con una fame da rivoluzione, dunque abbiamo bissato e pure trissato. Tra il “porgimi quello” e il “prenderei ancora un pochino di quell’altro” di rincorsa rimbalzavano i fioretti: da domani niente dolci! da domani niente carboidrati! da domani niente carni rosse! formaggi, niente! abbasso pure il vino e l’alcol!

Sì, va beh ma allora cosa ci rimane?

Per fortuna le verdure, gli aromi, le spezie e a ben guardare un’altra carrettata di cosette. Ma un poco di detox male non ci farà, anche perché già a fine settimana siamo in partenza per Taste a Firenze. Tanto vale provare a darsi una calmata e soprattutto dare tregua al fegato; la zucca in questo sembra che ci sappia proprio fare e, visto che con lei siamo agli sgoccioli della stagione, l’abbiamo incartocciata e profumata seguendo l’estro di uno degli ultimi numeri di Saveur.

La ricetta


Ingredienti

500 g di zucca
1 mazzo di cipollotti freschi
4 bastoncini di cannella
15 g di burro
sale e pepe

Tagliare la zucca e il cipollotto a fette sottili. Preparare con la carta da forno dei piccoli involucri dove adagiare la zucca, il cipollotto, qualche fiocco di burro, sale, pepe e la cannella. Aver cura di chiudere bene affinché non esca niente. Mettere in forno già caldo per circa 20 minuti.

11 Comments

        • saremo 3 Gaia e pure facili da individuare: una rossa uno alto e una agitata (Ps se invece non vuoi giocare a nascondino ti mando il cell via mail)

  1. gnam gnam….zucca e cannella, un mix che adoro!
    Grazie per questa fantastica ricetta! baci

  2. io mi intrometto, ma non posso resistere…
    ho scoperto da poco il vostro Blog e dopo averlo esplorato in lungo e in largo non posso far altro oltre che complimentarmi con voi di invitarvi al nostro stand a Taste.
    Dopo le tante volte in cui ho assaggiato con gli occhi e con la mente le vostre ricette mi piacerebbe poter ricambiare facendovi assaggiare ciò che prepariamo noi mettendoci il cuore.
    (dettagli stand via mail, se interessati)

    • ma che bello Laura! abbiamo dato una sbirciatina al vostro sito e ci piace tutto! ci vediamo di sicuro a Taste, avete persino la saba a cui siamo tanto legati per vie nonnesche (anhe se lei la chiama vino cotto), insomma ci sentiamo sulla stessa scia.. se non ci trovi tu vi troviamo noi.

  3. mi intrometto anche io! è da un po’ che seguo il vostro bel blog, anche se non ho mai commentato. Pure io mi permetto di invitarvi a fare un giro al nostro stand e, fioretti permettendo, ad assaggiare la nostra torta. Se ne avete voglia, contattatemi pure via mail.
    ciao,
    benedetta

    • e noi veniamo Benedetta certo che veniamo, poi con i conti con il fegato li faremo un’altra volta che a Taste non mi pare proprio il caso.

  4. This is one or two particularly nice pointers, intend we boasted found this excellent early on.

Write A Comment

Pin It