Nella foto qui sopra era un autunno quasi inverno, faceva freddo, anche perché eravamo a nord, carichi di emozioni e di maglioni di lana per presentare in anteprima i nostri libri. Poi c’è stata Milano, presentazione ufficiale ma calda con Angela Frenda, Paolo Marchi e Gianluca Biscalchin in un febbraio piovoso, carico di minne di zucchero.
Venerdì prossimo sarà, speriamo, la primavera conclamata di questi ore e saremo a Faenza, questa volta al gran completo (vale a dire fotografo incluso) per chiacchierare con Silvia Lanconelli dei libri, ma anche del/dei nosti blog e di tante altre cose. La serata è organizzata da nove100 (cioé Erika, Federica e Rita), e se il posto non lo conosciamo ancora dal vivo, da quel che abbiamo visto e intuito ci piace già.  Le fanciulle hanno preparato pure qualche cosina da mangiare tirandola fuori dalle paginette siciliane e toscane, dunque non vi resta che venire.

L’appuntamento è venerdì 13 maggio alle 18.30
in corso Mazzini 96/a, Farenza
per info qui

13 Comments

  1. Aspetterò il reportage , mi sarebbe piaciuto conoscervi di persona !
    Spero a breve in Abruzzo.
    Ciao loredana

  2. Sappiate che se non mi autografate i libri non vi vengo più in sogno e non vi sogno neanche più ;-))

  3. Mi piacerebbe venire ma la distanza è un problema…aspetteò il resoconto per rifarmi gli occhi

  4. Bhè..sicuramente un’occasione fantastica, mancare è un delitto, solo l’estrema distanza mi tiene lontano agli estremi dell’europa da gustare e vedere un connubio elegante di espressione e sapore, perchè olre all’occhio anche il palato vuole la sua parte nella giocosa danza di emozioni che è l’arte!
    Saluti

    Nicola

  5. Ho comprato il vostro libro siciliano…ragazzi che bello, che emozioni, che nostalgia della terra dei miei nonni. E che vero, sapori autentici, di casa. Un bagno sensoriale di quelli che toccano l’anima.
    Bravi, mi sono commossa quando l’ho sfogliato per la prima volta.

  6. Sono sicura che anche a Faenza avrete fatto conquiste. Dopo tutto il vostro tocco e’ irresistibile. In attesa di un resoconto completo della serata, per sentire meno nostalgia di voi sono qui a sfogliare ‘le creature’. Una pagina dopo l’altra e mi perdo nuovamente nei vostri racconti culinari, nei vostri meravigliosi viaggi, nei profumi e nei colori, nei volti e ripenso alla passione all’ entusiasmo, alla fatica che ci avete messo e ancora mi commuovo. Siete grandissimi.

    CIAO

  7. Pingback: e stiamo tutti bene! – la cucina di calycanthus

Write A Comment

Pin It