In cucina, si sa, ogni cuoco ha i suoi “cavalli da battaglia” come dice Marie, quelle ricette che prepara da anni e che lo tirano fuori dagli impicci. Questo dolce al cioccolato è proprio una di quelle ricette, imparata, o meglio svelata, molti anni fa dal padre di due amichette dell’infanzia e da allora praticata in lungo e in largo, in tutte le forme e in tutte le occasioni.
In questo caso, perché fosse più battagliero lo abbiamo fatto a ruota (così da poterci attaccare i cavalli, quelli da battaglia appunto…) e con una variazione rispetto alla ricetta originale, l’aggiunta del cardamomo… ma il sapore è sempre quello, sempre lui con l’olio di oliva al posto del burro, così rassicurante che siamo sicuri che domani nella battaglia sapremo a chi pensare…

Ingredienti
4 uova
1 bicchiere quasi pieno di olio extravergine di oliva
1 yogourt
1 bustina di lievito
1 bicchiere di zucchero
1 pizzico di sale
1 a 2 bicchieri di farina (dipende dalla consistenza che gli si vuole dare)
50 gr di cacao amaro
4-5 chicchi ci cardamomo pesati al mortaio

Si comincia dallo sbattere le uova, si può fare a mano oppure con le fruste elettriche, dopodiché si aggiungono uno ad uno tutti gli ingredienti.
Si mette il composto in un recipiente a scelta e si mette a cuocere in forno ad una temperatura intorno a 150 gradi per mezz’ora circa.

Nota: Ricetta facile da fare anche a casa di amici che sono sprovvisti di biliancia.

marie

cake di cioccolato, torta di cioccolato, ricetta torta al cioccolato, dolce al cioccolato

19 Comments

  1. Questa andrà a finire nel taccuino della strega piccola,così quando andrà dalla grande sono sicura che proveranno a replicarla!
    Buona giornata ragazzi!

  2. CIoccolato e cardamomo, a mio avviso, è uno degli abbinamenti più azzeccati (ricordo ancora con emozione una barretta di De Bondt…spettacolare!).
    In compenso, è sempre difficile variare i dolci classici, quelli dell’infanzia/del ricordo. Una volta ho aggiunto del fior di sale alla torta al cioccolato di mia madre e mi è sembrata una violenza. Non era male, anzi…però era una cosa che mi risulatava così strana che non l’ho più rifatta.

  3. effettivamente il cioccolato con il cardamomo sta molto bene,Virgi, anche se per il mio gusto bisogna fare molta attenzione a non esagerare perchè il sapore (o meglio il profumo?) è molto forte, anche se non saprei, Manu e Silvia, trovare un modo di descrivere di cosa sa… In Turchia (credo…)ma io l’ho bevuto a Parigi fanno il caffè con il cardamomo, un gusto decisamente particolare
    Buona giornata a tutte, streghe comprese, grandi e piccine!

  4. Anch’io a volte piazzo una capsulina nel filtro della macchinetta (nel caffè pomeridiano però, non al mattino!).
    E poi, devo dire che preferisco di gran lunga quello bianco rispetto al solito verde. Voi quale dei due avete usato?

  5. verde, ahimè… conosco entrambi ma non avevo colto differenze, ora farò più attenzione! grazie Virgi

  6. Allora la zuppa alla birra, le polpette di zucca e adesso anche la ruota al cioccolato e cardamomo, anch’io verde, le proverò tutte e riferirò, grazie e buona giornata

  7. Anc’io ieri ho fatto un dolcino col cacao..che dire , il vostro però è fantastico!
    Buona giornata
    saretta

  8. ma guarda un po’.. anche io oggi sono di cardamomo.. ho provato a metterlo in una composta di mele cotogne che sta pippiando sul fuoco… vedremo..
    lo comprai con tanto entusiasmo a istanbul in quantità bibliche, ma poi alla fine l’ho usato pochissimo perché trovo che il suo sapore sia un po’ troppo deciso e caratterizzante. ora voglio provare anche questa vostra idea.
    avrei una domanda sull’arrostino di ieri, ve la faccio qui o lì? vabbé, io la faccio e basta..
    vorrei farlo domenica a pranzo, ma dato che abbiamo due bambini, volevo chiedervi se il sapore della senape alla fine è molto forte oppure no? pensavo di fare la versione abbinata alla senape in grani..
    grazie!

  9. cioccolato e spezie, che goduria!
    sto giusto gustando un quadretto di cioccolato fondente al pepe rosa… ;-)

  10. BarbaraT che meraviglia Istanbul! è un sacco di tempo che progetto di andarci… speriamo…
    per l’arrosto, molto dipende dalla senape anzi direi tutto, anche se è vero che la cottura smorza un po’ il sentore più acre, se sei incline alle due versioni sovrapposte puoi pensare di metterne una dolce sotto e quella in grani (comunque lieve) sopra… facci sapere

  11. adoro il cioccolato quindi la proverò di sicuro, vorrei un chiarimento sui bicchieri di farina :
    1 o 2 bicchieri di farina (dipende dalla consistenza che gli si vuole dare)
    aumentendo la farina che tipo di consistenza si ottiene?
    Grazie
    Ciao

  12. caro michele, più aumenta la farina più aumenta la consistenza o la densità (ma ho paura di addentrarmi su terreni troppo scientifici per me…)
    insomma:
    – farina = + morbido e umido
    + farina = + compatto
    facci sapere!

  13. grazie a te Cri, in effetti noi non abbiamo autorizzato nessuno…

  14. @angela: siamo sicure in effetti, il lievito non manca: sta nella sua bustina proprio tra lo yogurt e lo zucchero nell’elenco degli ingredienti

Write A Comment

Pin It