I dolci al cioccolato non basterebbero mai, ce ne sono di tantissimi tipi e tutti noi abbiamo ricette che vedono il cioccolato come protagonista. Questa qui ce l’ha data un nostro amico a Parigi, Luc, di un ristorantino minuscolo (4-5 tavoli) tra Bastille e Place de la Nation, che si chiama Les Crocs… anzi se vi capita andateci, ma ricordate che è aperto solo la mattina come il Marché d’Aligre antistante. Nel menù oltre che ad un steack au cacao c’è il suo classico dolce al cioccolato che si accompagna benissimo con il caffè che, in onore all’Italia, serve in caffettiere moka di varie dimensioni direttamente al tavolino.
Ciao Luc!

La ricetta

Ingredienti

2 uova
125 gr di burro
150 gr di zucchero
70 gr di farina
un pizzico di lievito
125 gr di cioccolato nero

Mescolare le uova con lo zucchero con molta energia, dopodiché si aggiungno uno ad uno gli ingredienti tra cui il burro e la cioccolata sciolti a bagnomaria. Si mette a cuocere per venti minuti in forno a 200 gradi. (facoltativamente si possono aggiungere 125 di noci, mandorle oppure nocciole).

marie

23 Comments

  1. L’idea di assaggiare questo dolce con una moka solo per me, con davanti la prospettiva di un mercato mattutino parigino mi pare un sogno.
    Questo tipo di ricetta con il cioccolato fuso l’ho vista sposarsi meravigliosamente con il fior di sale nel blog di Adrenalina, anche se la forma non era ‘a bistecca’, ma non ricordo le proporzioni di tutti gli ingredienti.
    Toccherà sperimentare anche la tua ricetta. ^_^

  2. maria chiara Reply

    oh questa??!! no dai, cos’è? casualità? ieri te l’ho chiesta e ora eccola quà!!.. a questo punto credo che non perderò più la ricetta!!! ;-)
    ma non è che forse ti sei scocciata per tutte le volte che ti ho telefonato per chiedertela?? ;-)
    baci
    p.s. quella di ieri è venuta, come sempre, squisita!!

  3. I dolci al cioccolato hanno l’effetto innamoramento istantantaneo, inserito nel quadro parigino acquista una dimensione poetico-romantica tipica della cucina di calycanthus … Marie ti ringrazio per il respiro di così tante belle emozioni :-) Buona domenica

  4. Dolce inserito fra quelli da “fare assolutamente”, ristorantino perisien da visitare spero molto presto. Buona domenica

  5. @isabel, si, direi…semplice e delizioso come tutto cio’ che coinvolge il cioccolato.
    @comida, con il fiore di sale, mi sembra una splendida idea,versione che proveremo sicuramente…
    @Mlle Manuchka, et oui la nostalgie, i ricordi..
    @Maria Chiara, si è stato divertente che tu mi chiamassi per chiedermi la ricetta :)
    @Towstella, grazie mille e si, quanti bei ricordi legati a Paris…
    @Marina, facci sapere quando l’hai fatto.. e si Les Crocs, da Luc è un posto da provare assolutamente.

  6. Dovrei andare a parigi nelle prossime settimane, sarebbe bello passarci. Già segnato!
    Intanto mi gusto le vostre foto

  7. Veramente detto e fatto, ho amici a cena e questa mi sembrava una dolce conclusione, è nel forno… speriamo bene, soprattutto di avere azzeccato le dimensioni della teglia per farlo venire così bassino.

  8. idea di unire questo bel docle al cioccolato con un buon caffè è meravigliosa da provare insieme

  9. semplice e di gran soddisfazione! proverò presto appena torno di nuovo nella mia cara cucina di casa.
    grazie, bisous

  10. mi vedo già a les crocs con torta e caffettiera, anzi mi vedo ancor prima con la torta nel mio forno forno e un bel caffè italiano!(le esperienze di caffè a parigi mi hanno lasciato un pò schifata ma a pasqua riproverò)

  11. Francesco da Novara Reply

    Penetrare dentro al Marché d’Aligre è abbandonare per pochi minuti il caos automibilistico della città per entrare in un mondo altro dove le voci dei fruttivendoli coprono il rumore dei motori e dei clacson poco lontani: “deux kilos dix francs!”..jadis..
    Fermarsi aux Crocs prima di uscirne, con le borse di verdure appoggiate sul pavimento .. è un must.
    Mi inchino ancora una volta davanti al vostro sito!

  12. @Francesco: oh mon dieu… ma allora forse ci siamo incrociati al marché o da Luc, borsina contro borsina… conosci pure il Baron rouge (ora Baron bouge) e la pratica di mangiare ostriche appoggiati ai cofani e ai tetti delle auto?

  13. Il dolce di Luc ha avuto un enorme successo anche qui sulla riva del mare Adriatico. Grazie Marie e Maite

  14. chiara bentivegna Reply

    Dolci, ingredienti, cucina e fotografia…tutto splendido!! Ma perchè non vi mettete su FB! Io adesso condivido il link!!! Grazie.
    Chiara

  15. Pingback: luc, les crocs et le vin (ritratto alimentare n°8?) | la cucina di calycanthus

  16. e dove lo trovo l’indirizzo del lecrocs? che ci vo!!!

    p.s. consigli su dove andare a parigi? forse vi avevo gia’ chiesto ma nel mondo del digitale mi sono perso i consigli non so dove :( perdono!

    e’ che mi sono trasferito a parigi da poco e ho bisogno di consigli :)

    • ora ti scateno Marie appena emerge dall’influenza… cmq Luc (ovvero le patron et l’ame de Les crocs) lo trovi al 14, rue de Cotte (marché d’Aligre) tel. 01 43 46 63 63
      Ps somma invidia per te che ti sei trasferito lì, dacci notizie di tanto in tanto!

Write A Comment

Pin It