Gli stampini in silicone di questi dolcetti erano talmente seduttivi e femminili a vedersi che il fotografo ha indugiato parecchio nel ritrarli… veniva così da chiedersi se non fossero ideali per un omaggio a Catania e alla sua Santa, Agata, il cui martirio ha dato origine a dolci particolarissimi di cui ignoriamo la ricetta ma ricordiamo bene la forma, o anche, pensavamo, potevano essere perfetti per provare a replicare i capezzoli di Venere, dolci che la leggenda (anche cinematografica) vuole Salieri portasse da Legnago alla corte austriaca.
Insomma un po’ confuse abbiamo cominciato a  impastare farina di castagne con farina bianca, abbiamo aggiunto burro, zucchero, cioccolato, nocciole e  poi alla fine una foglia di alloro per ciascun dolcetto, ne è venuta fuori una cosa deliziosa, che perde un po’ in femminilità ma non rischia di stuccare.

Ricetta

ingredienti

125 g di farina
125 g di farina di castagne
125 g di burro
125 g di zucchero
70 g di cioccolata a pezzetti
70 g di nocciole a pezzetti
3 uova

Si mescola il burro morbido con lo zucchero, le uova, le farine, la cioccolata, il lievito e le nocciole. Si fa cuocere per una mezz’ora a forno caldo.

marie

13 Comments

  1. Vabbè come è riduttivo passare di qui e lasciare il solito commento ;-)
    Io ogni volta rimango senza parole !
    Mi piacerebbe un sacco avervi ospiti dove andrò a rifugiarmi oggi ,credo che il fotografo avrebbe di che sbrizzarirsi e voi due ..A LAURAAAAAAAAAA’ come “se dis a Milan ” ;-)) Perchè a cucinare nn ci penserei proprio ehhhh no!!!
    Buon ponte ragazzi ci si rivede Martedì ;-))

  2. Ecco peccato che ho ridotto al minimo l’alloro..c’avrà due foglie.
    Però copio tutto..non si sa mai..se vado a trovar mia mamma mi prendo due trenta foglie.
    ciao
    grazie

  3. Complimenti per il sito meravigliosamente curato nei contenuti e nelle immagini da sogno: il vostro è un team eccezionale.
    Mi piace l’idea che ha ispirato questi dolcetti e la presenza aromatica e decorativa dell’alloro

  4. ma sono eccezionali non solo per la forma, ma anche per la ricetta alloro e castagne per me è un abbinamento al quale non so rinunciare, questa versione dolce non l’avevo mai pensata e la trovo magnifica

  5. viva l’alloro! anche quello spelacchiato di Michela, che si può mettere dentro e fuori la minestra, che fa rima perfetta con castagna, che ci fa divertire tanto(ha ragione Cobrizo) e fa pure passare il mal di pancia…

  6. Sembrano tanto buoni, sanno di serata invernale davanti al camino

  7. Alloro? Adoro l’alloro… ha un gusto delicato ma particolare… ma dove le premdete tutte queste idee voi??? :-)

  8. fatti! ottimi davvero, ma nella vostra lista degli ingredienti penso manchino due uova (perlomeno, nel mio impasto erano essenziali!)

    ciao
    roberta

  9. Vi siete dimenticati le uova negli ingredienti, quante uova?

    • effettiamente sì, Patrizia, abbiamo perso 3 uova pre strada, le aggiungiamo di corsa…

  10. Si, scusa Patriza le uove erano sparite… 3 uova, se la mia memoria non mi inganna.

Write A Comment

Pin It