Qualcuno se ne è già accorto, noi continuiamo ad esserne emozionati: da qualche giorno siamo infatti sulla Cucina del Corriere della Sera in ottima compagnia e con una rubrica tutta nostra. L’abbiamo chiamata Allacciate i grembiuli, pensandola come l’occasione perfetta per rivedere quello che magari si finisce per dare per scontato ma che in realtà non finisce mai di essere utile, se non fondamentale.
Allaciate i grembiuli ripasserà proprio i fondamentali, le ricette di base, i passpartout; masticherà le prime parole, assaggerà i frutti di stagione per arrivare a sfatare, speriamo, pure qualche timore. La cucina è una cosa seria, ma non è seriosa e se merita attenzione sa pure ripagare: vuoi mettere farla in casa una maionese? tuorli, olio e base acida ma è tutta un’altra cosa. E non sia scusa il tempo, la mancanza di pratica o di abilità presunte: basta indossarlo quel grembiule, allacciarsi un nodo dietro la schiena e cominciare.

Primi passi e prime parole, passpartout e grandi classici, ricette da paura e frutti di stagione, i nostri grembiuli si muoveranno una volta la settimana dentro queste cornici. Abbiamo cominciato proprio dalla maionese, martedì prossimo ci lanceremo nella nostra prima ricetta da paura, roba dolce, classicissima e francese lo anticipiamo già da ora.
Dedichiamo idealmente (e anche concretamente) questa avventura al nostro amico Aldino, architetto napoletano che ha “appena” lasciato la cucina di mammà, e come a lui a tutti i single di andata e di ritorno (maschi, femmine e cantanti), ma pure a chi ha poco tempo e troppa fame, ai debuttanti, a chi ha bisogno di un ripassino, a chi di grembiuli ha una collezione nel cassetto e soprattutto a chi comprerà il suo primo.

11 Comments

  1. Wow sul Corriere, fantastico! Certo che con voi le sorprese non finiscono mai.Questo post é talmente rassicurante che questa volta il grembiule,oltre che ad Aldo, lo farete allacciare anche a me. Messaggio ricevuto. Grazie.

    • maite Reply

      Grazie Ila! ma a te più che il grembiule servono le orecchie da Dumbo: sai già volare, devi solo ricordartelo!

  2. solo voi riuscirete a farmi cimentare con la maionese: almeno per usare quelle frustine bianche che restano sempre un po’ sfigate e inutilizzate nella scatola dello sbattitore!

    Scherzi a parte, evviva, evviva, super evviva (il super evviva è di Daniele :)

    Un abbraccio

    Elvira

    • maite Reply

      grazie Elvira! qua sai alla maionese è toccato mettercisi per forza: c’è un certo fotografo che ne va matto e chw brontolava parecchio…

      • comunque vedere i calicanti nella colonna a dx del corriere mi piace troppissimo. Sì, concedetemi il troppissimo :)

  3. lo sapevo che prima o poi vi scoprivano… siete fortissimi!

  4. Accipicchia che bel sito, complimenti! E pensare che me l’ero perso in tutti questi anni, incredibile! Vi ho scoperte grazie al blog cucina del Corriere della Sera, ma da oggi siete già nella lista dei miei Preferiti. E grazie per la ricetta della mitica “Ile flottante”, confermo: è un dessert da urlo, in assoluto.
    PS: in comune abbiamo una passione per la Francia, per cui nei prossimi mesi attendo ricette di clafoutis, fondant, insomma tutte quelle leccornie che hanno scatenato in me l’insostenibile voglia di zuccheri…A presto!

    • maite Reply

      A presto, sì! bello che tu sia qui e grazie per le parole così carine.
      PS contaci sui dolci di sapore francese: i 2/3 di questo blog hanno origini francesi…

Write A Comment

Pin It