Tag

bar

Browsing

caelum

Misteri misteriosi. Eravamo sicuri, certissimi, ne abbiamo l’immagine visiva e il ricordo letterale, ma alla fine ci siamo dovuti arrendere all’evidenza: il Caelum ce lo siamo persi. E non è che sia cosa da poco perdersi il cielo, giocarselo nello spazio siderale, astratto e disordinatissimo del trasloco tra un server e l’altro. E perché santo-cielo di tanti post proprio quello doveva rimanere inghiottito?
Nemmeno dire che ce ne siamo accorti per tempo, no, no c’è voluto tempo e c’è voluto il caso: cercavamo il link per festeggiare il rientro del fotografo da Barcellona e lì, solo a quel punto ci è caduto il cielo addosso.

Ripostiamo dunque la segnalazione e la caldeggiamo oggi (!?!) come allora: se siete a Barcellona, avete in programma di andarci o vi segnate un indirizzo per la posterità giusto perché non si sa mai, in qualunque modo sia prendetevi il tempo di scoprire il cielo di Caelum.

bar di barcellona

Dopo due mesi di cucina intensa, a sei o a quattro mani, avremo due mesi di cucina telefonica, postale, via etere. Ci cerchiamo perfino con cuffie e microfono, un po’ sparsi per l’europa.
Il fotografo è il più stabile: a Barcellona.
E promette di fare il suo mestiere, reportage completi e cucina catalana e iberica.

Ecco un’anteprima che fa già venir voglia di prendere l’aereo.
A Barcellona, come nel resto della spagna, è il bar ad essere il centro della vita culinaria della città. Non cercate ristoranti, o riservateli solo alle grandi occasioni, e invece godetevi i bar. Sono numerosissimi, divertenti, colorati e rumorosi. E non sono fatti per prendere semplicemente un caffé in piedi, ma per mangiare seduti, alla “barra” o al tavolino, spesso in affollate “terrazas”.

Bisogna provarli tuttti, goderseli ad un ritmo lento. Non cercare il più bello ma sedersi al primo che ci sembra invitante, poi al secondo, e poi anche al terzo; procedere a piccole tappe.

Pin It