Tag

caponata

Browsing

caponata di zucca

Ok, ci siamo, quasi. Si comincia a respirare, la mole degli scatoloni defluisce lentamente e la casa non assomiglia più a un campo di battaglia segnato da comminamenti stretti come trincee a zig zag tra cumuli insensati di oggetti.
In questo marasma “addomesticato” serpeggia pure la voglia di rimettersi a cucinare, uscendo dal clima di emergenza riso-formaggio-insalata che ha caratterizzato le ultime settimane, allungando a dismisura la lista delle cose da fare, da provare, da mettere in cantiere. Così con una zucchetta della Fausta ci siamo lanciati su una re-interpretazione della caponata, più vicina naturalmente a quella invernale di  carciofi che a quella più celebre di melenzane.

caponata di carciofi

 

Caponata nella cucina tradizionale siciliana vuol dire melanzane, vuol dire estate, vuol dire equilibrio magico e delicatissimo tra l’agro e il dolce, un’assimilazione di sapori che si mescolano e non si confondono.
Ma “caponata”, in realtà, è un’etimologia di non semplice soluzione che rimanda ai marinai spagnoli, alle taverne latine all’uso di “capare” in pezzettini le cose per poi assembarle in una cottura alchemica. Sì perché la caponata inizialmente sembra che fosse nella cucina siciliana nobile un piatto di pesce, preparato di preferenza con pezzetti di polpo o di un pesce chiamato capone (!). Nella cucina siciliana povera, però, dove la carne di mare fresca era troppo cara e troppo scarsa, si andava di magro, al posto del capone si mettevano le verdure. Di qui le melanzane e in una versione invernale i carciofi…

Nella famiglia di Maite dove la versione di Anna impera, questa variante invernale è stata un po’ trascurata. Ma l’abbondanza dei carciofi in questo periodo l’ha riportata alla memoria e al desiderio… e le melanzane davvero non ci sono mancate, almeno per ora…

Pin It