Tag

carne macinata

Browsing

polpettine con sobrasada alla minorchina

Le professoresse, ormai lo ripetono tutti i media dunque “deve” essere vero, sono delle scansafatiche! È loro la colpa! Sono brutte, portano occhialetti e hanno nasi adunchi! Solo poche eccezioni, con la vocazione da sante, sorreggono con le loro mani gli edifici scolastici e con il solo ausilio della più antica delle tecnologie (la matita rossa e blù) risollevano le sorti dell’istruzione dei futuri poeti, navigatori ecc…
Il fotografo, incuriosito e dubbioso, invita un gruppetto di prof e naturalmente sceglie le sfaccendate e tralascia le sante. Così gli tocca pure cucinare visto che non può aspettarsi aiuti di nessun tipo, tanto più che le pigrone sono pure sovversive…
Visto poi che “i calycanthus” (come sono stati recentemente battezzati) hanno una piccola passione per la cucina delle Baleari (dove si ritrova la Sicilia  antica, la Spagna e la Catalugna, la Sardegna ma anche la Provenza e qualche odore d’Africa) ecco l’occasione per un ripasso di geografia: fiumi, confini, risorse e capoluoghi.
Quando da piccini si veniva interrogati sulle risorse di un paese, si rispondeva un po’ a caso: “industria metallurgica, cereali, prodotti ortofrutticoli…”, tanto c’erano un po’ dappertutto, vai a capire le differenze!… Dell’esistenza di certe prelibatezze come la sobrasada neanche si poteva sospettare!
Il fotografo, scopertene le virtù, ne ha utilizzato un pezzettino rimasto nel suo frigo (!) dopo l’ultimo viaggio e ne ha fatto polpette per le professoresse, secondo la ricetta di un libro tanto amato (e tanto saccheggiato) questa estate.

polpettine al curry

Di polpette, come si sa, ne esistono versioni infinite, queste sono semplici e piccoline con un profumo di curry che non arriva a essere prepotente ma che comunque ha una sua inconfondibile personalità.
La cosa più noiosa nel farle, come per tutte le polpette che si rispettino, è che vanno fritte all’ultimo minuto…

tartare allo yogurt e miele

Quando si tratta di condire, miscelare, dosare, pesare ad occhio, le cuoche non si affidano né al chimico né al farmacista, bensì al fotografo. Sarà che in camera oscura è abituato agli alambicchi e ai contagocce. Perfino dosare tempi e aperture, raggi di luce e gradi di grigio è in fondo un po’ alchemico. Ecco allora gli ingredienti e le dosi giuste per questa tartare estiva che invece delle uova usa lo yogurt.

500 g carne macinata
2-3 limoni
3 cucchiai di aceto balsamico
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 cucchiaio di yogurt greco
1 cucchiaio di miele
1 porro
1 cucchiaino di zenzero in polvere
sale

Pin It