Tag

menta

Browsing

Vichyssoise de tomate y menta

Il fotografo, viziato e vizioso, festeggia il suo compleanno a più tappe e sarebbe persino incline a festeggiare tutti i suoi 364 non-compleanni. Poi però gli tocca far la cena, visto che le cuoche stanno già sparpagliate di qua e di là, e allora scattano le ricette al telefono.
Consulenze via cavo, via skype, via mail e le ricette incrociano cammini intricati. Questa crema di fine estate, ad esempio, era arrivata dalla Spagna portata dal fotografo stesso dentro un giornale di cucina, poi dimenticata nel fondo di una valigia era transitata dalla Sicilia fino ai monti trentini (insomma un po’ in piccolo dalle Alpi alle Piramidi, ecc. ecc.). Mettendo ordine in cerca di tutt’altro era saltata fuori proprio mentre fervevano le consultazioni a distanza ed era perfetta: facile, spagnola, estrosa quanto basta per far decidere un maschio a mettersi ai fornelli.

gazpacho n°9. gazpacho di zucchine e menta al martini

In nessun caso ci si privi di un buon gazpacho in una colazione sul’erba! Ma neanche in una medenda, né in un pranzo, ma neppure se non siamo sull’erba. Insomma mai. Il gazpacho è una di quelle cose che noi vogliamo sempre. E il bello è che lo vogliamo ogni volta diverso. Adesso lasciamo stare che per postulato un gazpacho non può mai essere due volte uguale a se stesso, neanche ad una maruja siviglina che lo prepara tutte le estati da una vita… e che vogliamo proprio cambiare ingredienti: il gazpacho lo facciamo con tutto! E a chi tocca? Eh, al pooovero fotografo! Fila a fare il gazpacho prima di andare a letto che così domani è più buono! Insomma il fotografo è un po’ come il panettiere o come un chimico folle chiuso in laboratorio di notte a intrugliare pozioni.
Questo ha avuto una storia lunga, fatta di aggiustamenti progressivi e limature ponderate, lo dimostra la lista, lunga, degli ingredienti. Beh, non sempre la semplicità è la giusta via! Questo complesso gazpacho mi sembra proprio riuscito.

tabuolé aromatico

Di taboulé ne esistono varianti infinite, quel che sembra imprescindibile è l’uso del bulgur (vedi dizionario) e il prevalere delle erbe (soprattutto prezzemolo e menta) su tutti gli altri ingredienti.
Questa versione è il risultato della “falciatura” di tutte (o quasi) le erbette del giardino del fotografo che ormai è in prossimissima partenza per Barcellona. Il risultato è fresco e pure profumato, si conserva bene in frigorifero per un paio di giorni e quindi tanto vale perpararsene un grosso “vaso”…

Gelatina di fragole e mostarda di resti

Le fragole sono agli sgoccioli… così ne abbiamo comprato un chilo e mezzo al mercato, ne abbiamo mangiate un po’ e ne sono rimaste un chilo e cento, ci abbiamo fatto la gelatina e ci sono rimasti gli scarti…

…ma è la parte più buona! se la fate con i bambini vorrano lavare loro il passaverdura se gli promettete che possono leccare la polpa. E siccome nonsibuttavianiente, ne è venuta fuori una marmellata residuale, molto spaziata e perfetta per accompagnare i formaggi…

zuppa fredda di zucchine e menta

Le temps des courgettes…
è tempo di zucchine!
C’è chi ne subisce il fascino estetico: le taglia a metà e dice di vederci dentro disegni liberty. C’è chi si dichiara agnostico in mancanza di un obiettivo macro. C’è chi le trova buone, pratiche e in più non fanno ingrassare.

Questa zuppetta è veloce, facile e fresca e molto, molto verde.

Pin It