Tag

officina Calycanthus

Browsing

generi misti in formato vintage

Che sia amore immagino che lo abbiano capito anche i muri. Lo dichiarano a gran voce la collezione di tazzine impilate in bilico, l’eccitazione maniacale per ogni mercatino, banchetto, robivecchio; l’ammirazione compulsiva per le righe degli strofinacci, le cifre ricamate, le pentole smaltate, i piatti scombinati, le materie parlanti.
Gli oggetti con una storia dentro ci piacciono da morire, sono stati già amati, sono stati il centro o la periferia nella vita di qualcuno prima di noi, e nel caso di quelli che abitano la cucina hanno nutrito a volte più di una generazione, accompagnando i gesti e il pane, il latte, il pranzo, la cena, i fagioli o la polenta. Hanno dunque qualcosa in più nei graffi dell’usura, nell’imperfezione apparente con cui portano in sè la traccia dell’uso. Anche quando li compri, e non sono un regalo prezioso che ti rimane in famiglia, sono comunque sempre una sorta di piccola grande eredità. Li maneggiamo con cura e li amiamo a dismisura.

Nei nostri libri, ma pure su queste pagine e anche nella rubrica Allacciate i grembiuli che curiamo per Il Corriere della Sera entrano praticamente sempre. Le ragioni sono semplici e contenplano da un lato il fatto che per passione sono parte della nostra vita e della nostra cucina reale, dall’altra l’innegabile verità che gridano a gran voce: sono tremendamente fotogenici!

officina 1&2

Ci risiamo: l’Officina Calicanta riapre le sue porte nella nostra casa/studio di Roma per uno, anzi due corsi di fotografia e cibo (composizione, tecnica e stile).
Il primo, sulla stessa scia di quello di aprile sarà  un corso di base e si terrà nel week end del 9 e 10 novembre in due appuntamenti di  3 ore ciascuno, i posti sono limitati, il maestro, come sempre, severissimo…

Il secondo corso, in modalità più avanzata, è articolato sempre in due appuntamenti di 3 ore ciascuno nei giorni 16 e 17 novembre, stesso luogo, stesso maestro sempre più severo e contenuti un poco più complessi.

la nostra prima officina

è capitato spesso su queste pagine di non sapere bene da quale parte inziare a dipanareil filo di un racconto. Succede pure in questo caso, dopo che la domenica trascorsa e un temporale quasi estivo su Roma ci riconsegnano alla nuova setimana che incalza. Ma il fatto è che l’esperienza della nostra prima Officina (Corso di fotografia e cibo. Composizione, tecnica, stile) venerdì e sabato scorso, ci ha divertiti, emozionati e forse anche un po’ cambiati.

Pin It