Tag

papavero

Browsing

torta di papavero

Durante gli anni dell’università questa torta faceva figura. Figura innnzitutto di cosa nordica, esotica, decisamente poco abituale. Tutto uno scricchiolare di semini piccoli, neri e blu, una specie di alone “peccaminoso” (ma i semi di papavero non sono oppiacei?) e misterioso (ma dove li compri scusa?) . Così dopo, un effluvio di spiegazioni (no, no, non fanno dormire, almeno credo… li compro in drogheria, quella in via di città, accanto alla Chigiana, hai presente?) la meraviglia della torta si condensava sempre immancabilmente sull’ingrediente mancante: ma dvvero non c’è la farina? e nemmeno lievito? e il burro? E sì davvero, la farina non c’è, e nemmeno il lievito per non paarlare del burro… sostituiti dalle mandorle e dal papavero appunto, e sorretti da molte, molte uova…

quiche al doppio papavero

Delle poppole, o per dirla in italiano della papaverina, abbiamo parlato già da un po’… Ma la signora Fausta insiste a portarla al mercato e noi insistiamo a comprarla perché è buona, anzi buonissima (anche se noiosetta da pulire…) e romanticissima. A mangiare le foglie verdi dei papaveri infatti sembra di intravedere il rosso dei campi di maggio e di giugno, Maite si immagina sul treno e Marie nel Chianti… così con l’ultima borsa di verdura-romantica si è voluto giocare al quadrato, ma in assenza: del papavero si è usato tutto, foglie e semi, ma non il fiore che ancora non c’è. Le poppole come impasto, i semi di papavero sulla base di pasta brisée e nella garnitura “meringata”.

torta (quadrata) ai semi di papavero e limone

Metti una sera a cena…
…che i fiorai sono chiusi
…che fuori piove ancora (sarebbe pure primavera!)
…che hai bruciato il pane che avevi fatto per portarlo agli amici…

Questa torta-cadeau è nata così, adattando la ricetta del cake d’Ilona Chovancova (http://www.marabout.com/livre/ouvrage-4098281-Cakes-Maison-Ilona-Chovancova.html e in italiano: http://www.guidotommasi.it/gli-illustrati/cakes/#more-51) a uno stampo quadrato e all’edizione serale: abbiamo aggiunto un uovo, mezzo cucchiaio di semi di papavero in più, il nastrone giallo ha fatto il resto..

Pin It