Tag

sformato

Browsing

sformato di patate di nonna pina

Classico sì certo, ma come si direbbe in lingua food-glamour molto, ma molto comfort-food. La verità è che come lo fa lei, nonna Pina, nessuno al mondo. E non è questione di essere di parte è proprio oggettivamente vero, una di quelle verità assolute e imprescindibili che anche nel corso dell’ultima estate siciliana non abbiamo potuto che confermare.
Che poi se glielo dici quanto è buono, lei si schermisce, “guarda, é facilissimo” dice, e facilissimo in effetti sembra davvero. Però. Però sarà che i bianchi li monta a parte, sarà che le patate devono essere asciutte, sarà che lo cuoci col fuoco giusto e poi lo lasci riposare, ma insomma è buonissimo.
Anche Marta, ghiotta di carote ma anche di patate, sembra averlo molto apprezzato nel corso di una certa cena campagnola sotto il pergolato di kiwi.

terrina di tegoline (corallo)

Maite insiste a chiamarli tegoline anche se a Roma tutti assicurano che si chiamano corallo e che si fanno in umido. (vedi dizionario)
Avete mai raccontato una favola al telefono? Questa ricetta è una piccola favola raccontata da lontano e inventata per portare qualcosa ad una cena di inizio estate usando le tegoline (corallo!) che erano in frigo. (poi la cena non si è più fatta così il fotografo ha avuto tutto il tempo di fotografare).

Sformato di tenerezza (tenerume)

…continua dal 12 giugno

Non si tratta di ricetta dal nome romantico bensì di traduzione letterale: tenerume (vedi dizionario) è infatti il nome siciliano (ma ne esistono altri?) di una verdura buona e dolce, ri-trovata con sorpresa al mercato di piazza Vittorio a Roma. Il tenerume altro non è che la foglia della zucchina lunga; in Sicilia si mangia ripassato in padella con pomodoro e aglio, qui abbiamo provato a farne uno sformato, di tenerezza appunto…

Pin It