Tag

verdura

Browsing

timballino di bigoli e stringhe

Ieri ne erano avanzati diversi metri, dunque oggi, come promesso, ci siamo esercitati con la cucina_dei_resti arrotolando i fagilini_stringhe sul fondo e sulle pareti di una forma per cassata imburrata… dentro invece dei canditi ci è finita la pasta avanzata a cui abbiamo aggiunto un uovo sbattuto e dei pinoli, pochi minuti (15 circa) in forno ed alla fine è saltata fuori (dallo stampo) una cupoletta a strisce verdi, con in cima un ricciolo qu@si inconfondibile… 

bigoli con le stringhe

È tempo di fagiolini, ma quanti tipi di fagiolino esistono? Questi qui, che sembrano transgenici sono in realtà solo esagerati, lunghi lunghi, un po’ come la cucuzza lunga e come lei verde chiaro.
I nostri vengono dalla Sicilia, da un orto di casa (anche se poi hanno dovuto viaggiare in aereo…) ma sembra che siano tipici di alcune zone della toscana dove li chiamano stringhe, o fagiolini metro…


proprio ispirandoci alla lunghezza li abbiamo associati a certi spaghettoni lunghi lunghi, i bigoli di bassano, li abbiamo cotti insieme e trattati come se fossero almeno cugini, diversi per colori e per materia, oltre che per provenienza ma ugualmente spilungoni.


Ne è venuta fuori una pasta bella e buona, semplice ma divertita, bianca e verde, con tanti riccioli di ricotta salata, ma tra i bigoli lunghi mezzo metro e i fagilini_metro_stringhe in lunghezza faceva quasi un kilometro, così con la pasta avanzata abbiamo giocato un po’, ma questa è un’altra storia e la racconteremo domani…   

terrina di tegoline (corallo)

Maite insiste a chiamarli tegoline anche se a Roma tutti assicurano che si chiamano corallo e che si fanno in umido. (vedi dizionario)
Avete mai raccontato una favola al telefono? Questa ricetta è una piccola favola raccontata da lontano e inventata per portare qualcosa ad una cena di inizio estate usando le tegoline (corallo!) che erano in frigo. (poi la cena non si è più fatta così il fotografo ha avuto tutto il tempo di fotografare).

Sformato di tenerezza (tenerume)

…continua dal 12 giugno

Non si tratta di ricetta dal nome romantico bensì di traduzione letterale: tenerume (vedi dizionario) è infatti il nome siciliano (ma ne esistono altri?) di una verdura buona e dolce, ri-trovata con sorpresa al mercato di piazza Vittorio a Roma. Il tenerume altro non è che la foglia della zucchina lunga; in Sicilia si mangia ripassato in padella con pomodoro e aglio, qui abbiamo provato a farne uno sformato, di tenerezza appunto…

gazpacho n°1. Ajo blanco di mandorle

Il gaspacho è una zuppa fredda (molto fredda) di verdure-ortaggi con aceto.
Ce ne sono di moltissime varietà. Maite ne va matta e il fotografo la asseconda.
El ajo blanco di mandorle, il gaspacho n°1 è uno dei classici.

ingredienti per due-tre persone
200 g di mandorle freshe e pelate
un po’ di mollica di pane del giorno prima (2-3 fette)
un dente d’aglio
2 dl di olio d’oliva extravergine
5 cl di aceto di vino rosso
1/2 l di acqua
un uovo
un rametto di cilantro (vedi dizionario)

Pin It